Flachi e Bazzani si ritrovano gemelli del gol contro la Juve

Le proteste del sindaco Pericu non smuovono la Lega Calcio: anche col Salone Nautico, Samp-Milan si giocherà alle 18

Niente da fare. La partita Sampdoria-Milan non si tocca, o meglio non si tocca l’orario stabilito delle ore 18. Con buona pace del sindaco Giuseppe Pericu e di tutta la amministrazione comunale, che giovedì aveva inviato una lettera ai presidenti Garrone Berlusconi perchè la gara fosse posticipata alle 20.30. Ma ieri la Lega Calcio ha ampiamente fatto intuire che non ci saranno spostamenti e che quindi il problema dell'assenza dei vigili, della chiusura del Salone Nautico, e del traffico cittadino non è cosa loro. È praticamente impossibile ormai che la Lega, supportata ovviamente da Sky, decida di invertire i due match dell’anticipo del 14 ottobre. Insomma città e cittadini dovranno rassegnarsi ad un sabato di caos.
Ma a tenere con il fiato sospeso, ieri, è stato soprattutto l'esordio di Fabio Bazzani, che a gennaio, dopo la partita con la Fiorentina si era nuovamente fermato, costretto ad una seconda operazione ai legamenti. Ieri l'ariete blucerchiato è sceso in campo al fianco di Flachi contro la Juventus nell’amichevole di Alessandria e i primi minuti sono stati da spettacolo: il numero 10 al 2’ ha subito messo a tacere la Vecchia Signora con un gol di destro che ha portato in vantaggio la Samp, mentre intorno al 20’ Bazzani ha raccolto uno splendido assist di Franceschini e non ha potuto fare altro che appoggiare in rete alle spalle di Mirante, mentre subito dopo è stato festeggiato da tutti i compagni di squadra e dal suo tecnico. Nella ripresa hanno dilagato Quagliarella e Da Mota per il definitivo 4-0.
Insomma si è ricomposta la coppia del gol. Il primo ad esultare è stato il presidente Riccardo Garrone: «Abbiamo riacquistato il nostro bomber. Questa è la notizia più bella della settimana». Novellino, dopo un periodo di lunga riabilitazione, ha voluto tastare proprio contro la Juventus i miglioramenti dell'ultimo mese dell'attaccante blucerchiato e Bazzani ha risposto con corsa e grinta, anche se ovviamente deve ancora ritrovare il ritmo partita e per questo ci vorrà almeno un mese. Un suo rientro, a questo punto, diventa quasi fondamentale visto che l'unica prima punta a disposizione è Bonazzoli, anche lui tornato in campo dopo l'operazione ai legamenti del ginocchio e che quindi avrebbe bisogno di rifiatare.
Per quanto riguarda il centrocampo invece Novellino ha continuato l'esperimento dei tre mediani, con Bonanni al posto di Delvecchio, impegnato in Nazionale e con Olivera dietro le due punte, mentre dietro Zivanovic (da rivedere) ha fatto il suo esordio, insieme ad Accardi, impegnato nella prima uscita stagionale. Esperimenti, insomma, per il match contro il Milan, anche se chi spera di vedere la sfida alle 20.30, probabilmente, dovrà rassegnarsi.