Flachi: «Ho pensato anche al suicidio»

«Guardavo la finestra e pensavo di buttarmi di sotto, a salvarmi è stato l'amore di mia moglie e dei miei figli».
Francesco Flachi torna a parlare attraverso le pagine del «Corriere della Sera», dopo le sentenze che lo hanno condannato a 24 mesi di squalifica per essere stato trovato positivo ad un metabolita della cocaina al termine di Sampdoria-Inter del 28 gennaio scorso. Flachi, in attesa del processo di ultima istanza davanti al giudice unico del Coni, ha raccontato l'episodio che lo ha inchiodato, «stavo festeggiando la nascita del mio secondo filgio - ha spiegato - e ho commesso l'ingenuità di accettare (...)