Flamini sembra Gattuso

MILAN
DIDA 6,5
All'inizio è spaventato come un pulcino, più tardi non trattiene un paio di palloni. La parata capolavoro è su Diego.
BONERA 5,5
Forse non ha molta voglia di giocare a destra, forse non ha più l'occhio per l'argine, certo che procura voragini ai suoi. Si riprende più avanti.
SENDEROS 5,5
Fa sempre molto poco per guadagnarsi il credito di cui ha bisogno per giocare stabilmente nel Milan.
FAVALLI 6
Non si scompone quasi mai, neanche nei momenti più duri e complicati della serata a dimostrazione della grande sicurezza
ZAMBROTTA 6,5
Occhi aperti e gamba allenata: così riesce a chiudere qualche varco dalla sua parte e a ridare sicurezza all'intero reparto
FLAMINI 7
Ha bisogno di giocare e di prendere coraggio. Mette la testa fuori dal guscio, tenta il gol, poi serve l'assist giusto. Lotta quasi come Gattuso.
PIRLO 6
Comincia con una serie di scarabocchi, poi corregge il compasso e il gioco del Milan decolla fino a diventare di ottima qualità
AMBROSINI 7
È un vero, decisivo guerriero: i suoi contrasti danno animo al gruppo e consentono di riguadagnare terreno e palloni in sequenza.
SEEDORF 6,5
Se lui gioca a buoni livelli, il Milan ha un piglio diverso. Se poi difende in area come un vero gregario, il contributo diventa vistoso.
RONALDINHO 5,5
Bisogna contabilizzare i suoi cioccolatini (almeno tre) dolcissimi oltre che i contrasti persi con i tedesconi: il bilancio è sempre attivo.
INZAGHI 6,5
Continua il suo inseguimento al trono di Muller: sale a 66 gol europei con una stilettata delle sue in area di rigore.
All. ANCELOTTI 5
Senza neanche un attaccante a disposizione in panchina: è il caso di presentare il conto a qualcuno dello staff sanitario?

WERDER BREMA
Wiese 5, Fritz (29’ st Harnik 5), Mertesacker 5, Naldo 5, Boenisch 6; Tziolis 5, Baumann 6 (18 st’ Jensen 5), Ozil 5,5; Diego 7, Pizarro 6, Almeida 6,5. All. Schaaf 6.

Arbitro: Dean (Inghilterra) 6