Flavio Insinna inaugura la stagione al Chiabrera

È una stagione improntata al sociale, dedicata a temi forti e alla più stringente attualità dei giovani italiani. Dopo il cartellone dello scorso anno all'insegna dei classici, il calendario 2008-2009 del Teatro comunale Chiabrera di Savona va a toccare le corde dell'impegno civile: religione, società, politica, disagio adolescenziale. «Apprezzo in modo particolare il programma di quest'anno - ha dichiarato ieri alla stampa Ferdinando Molteni, assessore comunale alla Cultura - perché si rivolge ai giovani senza blandirli con facile proposte di spettacolo».
Cinque rassegne per un complesso di ottantuno rappresentazioni. A dare il via alla nuova stagione il 13 novembre Flavio Insinna con «Senza swing», ma i più attesi sono «Il Sindaco del Rione Sanità» di Eduardo De Filippo (2 dicembre) e la sua ideale prosecuzione con «Gomorra» di Roberto Saviano e Marco Gelardi (9 dicembre). Ritorna dopo vent'anni Alessandro Gassman in «La parola ai giurati» (3 febbraio). Omaggio al conterraneo Calvino nelle «Lezioni americane» di Albertazzi (3 marzo), altro gradito ritorno. Novità di questa stagione il ciclo intitolato «Per un tempo necessario», dedicato a ragazzi, genitori e insegnanti: tre spettacoli sull'anoressia, il bullismo e la devianza giovanile. Un teatro che diventa così veicolo di temi da discutere a scuola e a casa.