In flessione gli scambi

Piazza Affari ha seguito ieri l’andamento delle Borse europee, non potendo avere indicazioni da Wall Street, chiusa per festività. Gli indici ufficiali hanno chiuso quasi in parità, mentre gli indici Comit e Mediobanca hanno registrato un miglioramento intorno allo 0,2%; penalizzati gli scambi, realizzati per un controvalore di poco superiore a 3 miliardi. La mancanza di nuovi temi operativi ha accentrato l’interesse verso il comparto assicurativo, penalizzato però dal rinvio al 2008 della riforma del Tfr: Alleanza cede l’1,5%, Mediolanum l’1%, mentre i passaggi azionari tra Pop. Milano e Fonsai sono passati pressoché inosservati. Balzo di Fideuram (più 3,7%), ai rumors di nuovi assetti azionari nel gruppo S.Paolo. Le novità sono rappresentate dal caso Rcs (più 7%), in vista della sistemazione del pacchetto azionario di Ricucci. Verso la fine dell’opzione Alitalia, la chiusura avviene in positivo, mentre i diritti recuperano oltre il 60%. È proseguito il rialzo di Unipol (più 2%), rimbalza Snai (più 6%), va meglio Cdb (più 4,3%), e ritorna in positivo Sorin (più 7,5%); cedono i titoli del comparto tessile, con Benetton in calo del 2,6% e Marzotto dell’1,5 per cento.