Fli A Genova finiani in estinzione Troppe fughe, lista a rischio nel 2012

Nemmeno il numero minimo di iscritti previsto da statuto per poter celebrare i congressi cittadino e provinciale. Una situazione di stallo insostenibile e guerre intestine che stanno sgretolando un partito in realtà mai nato: così Futuro e Libertà a Genova viene già commissariato per scelta del coordinatore nazionale del movimento finiano Roberto Menia che ha chiesto ad Enrico Nan, attuale coordinatore regionale, di occuparsi anche del movimento genovese.
Fli sembra rispecchiare nel capoluogo ligure quanto sta accadendo a livello nazionale, una parabola discendente dopo i mesi ruggenti con Gianfranco Fini a proporsi come nuovo leader del centrodestra «sberlusconizzato» e oggi quasi sparito dalla ribalta. Insieme al presidente della Camera pare essere sparito anche il partito genovese che da quindici giorni ha incassato le dimissioni da coordinatore cittadino di Gianfranco Gadolla e ieri ha raccolto l’addio della coordinatrice provinciale Rosella Oddone Olivari. «Da un lato pesano vicende di carattere personale - spiega Gadolla -, dall’altro ho voluto dare il mio segnale ad una fase di stasi di Fli che non mi soddisfa. Volevo che si facesse chiarezza all’interno del partito». Ma alle motivazioni fornite da Gadolla, che resta comunque in (...)