Un flop il parco del vizio libero

Sono ormai molti anni che l’esperimento svizzero del «parco della droga» è fallito. Fallito con la chiusura di questa area verde, inizialmente destinata ai tossicodipendenti, ma poi definitivamente abolita, qualche tempo prima del nuovo millennio. Anche la Svizzera, insomma, è tornata sui suoi passi e ha implicitamente ammesso l’inutilità di una limitata liberalizzazione della droga. Le conseguenze di questo esperimento infatti hanno evidenziato una riduzione dei reati connessi all’acquisto e all’uso degli stupefacenti ma senza intaccare il numero complessivo di drogati che frequentavano la zona. Lo stesso numero che, all’indomani della chiusura, si è riversato in altre zone della città.