Flor dirige in Auditorium Lisovskaya alla Sala Verdi

Oggi. Alla Scala, alle 20, la Filarmonica diretta da Riccardo Chailly e con il pianista Lang Lang, interpreta composizioni di Henze, Rachmaninov e Stravinkij. In Conservatorio il pianista Andras Schiff dà vita alle Sonate di Beethoven.
Domani. In Conservatorio, alle 20.30, suona il Quartetto Casals in musiche di Haydn, Sostakovich e Brahms.
Mercoledì. In Conservatorio, alle 21, la pianista moscovita Sophia Lisovskaya interpreta composizioni di Scarlatti, Schumann, Rachmaninov.
Giovedì. In Auditorium, alle 20.30, l’Orchestra Verdi, diretta da Claus Peter Flor, interpreta musiche di Gabrieli e Haydn. In Conservatorio, alle 21 I Solisti della UECO, con Massimo Palumbo al pianoforte, propongono composizioni di Dvórak e Beethoven.
Venerdì. Al Rosetum, alle 21, l’Ensemble Oblivion esegue “Musiche argentine”, con composizioni di Piazzolla, Galliano, Mores.
Sabato. Nella Sagrestia di Santa Maria delle Grazie, alle 21, per il ciclo “Musica e poesia”, l’Hilliard Ensemble, interpreta «Il compianto d’amore da Enrico VIII ai giorni nostri». Alla Scala, alle 20, va in scena il balletto La Bayadére di Minkus con l’étoile Roberto Bolle e l’artista ospite Svetlana Zakharova. L’Orchestra della Scala è diretta da David Coleman.
Domenica. Nella Palazzina Liberty, alle 10.30, l’Orchestra da Camera “Milano Classica”, diretta da Vito Clemente, con Mauro Scappini (flauto) e Antonio Tinelli (clarinetto), propone composizioni di Haydn, Festa, Bottesini, Aguiar, Grieg. In Auditorium, alle 11.30 si svolge l’ultimo appuntamento della prima parte dell’Integrale dei Concerti per pianoforte di Mozart: il pianista William Grant Naborè interpreta musiche del grande salisburghese ma anche il Concerto in Do di Salieri.