Flora e Bacco, binomio doc

Un weekend alla riscoperta dell’arte, della cultura e del patrimonio vinicolo e gastronomico regionale. È quanto propongono per questo finesettimana il «Movimento del turismo del vino» e le associazioni «Castelli e Ville aperti» di Piemonte e Lombardia, che per l’occasione hanno avviato una collaborazione, proponendo al pubblico l’apertura straordinaria di ben 170 giardini e dimore d'epoca, cui si aggiungono un centinaio di aziende vinicole del territorio. Eccezionalmente, alla giornata del 29 maggio aderiranno anche le associazioni «Giardini aperti nel Biellese» e «Un mare di Giardini» della Liguria, che riuniscono i giardini storici e moderni, pubblici e privati. Vediamo le principali iniziative del territorio lombardo, che spaziano dalle degustazioni enogastronomiche nelle cantine, ai concerti nelle ville, alle visite guidate ai manieri.
Oggi e domani, presso il Borgo e i Castelli di Calepio (Bergamo), si terrà la rassegna «L’Ottocento nel Borgo. Un viaggio nell’Italia di 150 anni fa», con rappresentazioni storico-teatrali, giochi, cortei in costume e assaggi di prodotti locali. Domenica invece, Villa Biancardi a Casalpusterlengo, in provincia di Lodi, organizza alle 18 il concerto con il gruppo Ensamble Giovani Armonie, con visite guidate alla villa. Al Castello Visconti di San Vito, a Somma Lombardo (Varese) è in programma il «Brunch in Castello», in collaborazione con il ristorante Corte Visconti. Mentre al Castello Quistini di Rovato (Brescia) si potrà ammirare la splendida fioritura di oltre millecinquecento varietà di rose del Giardino Botanico, lungo il percorso «Tra rose, storia e leggenda». Aperti anche i manieri di Bellinzona (Canton Ticino), fra le più importanti testimonianze di architettura medievale fortificata di tutto l’arco alpino, che comprendono il complesso di Castelgrande, di Montebello e di Sasso Corbaro, che da maggio a giugno ospitano mostre e attività. Meritano una visita anche Villa Borromeo Visconti Litta a Lainate, a pochi passi da Milano (che dalle 15 alle 18 propone visite guidate al Ninfeo e ai giochi d'acqua), Villa Carlotta di Tremezzo, in provincia di Como, e il Castello di Grumello del Monte, alle porte di Bergamo, dove si potrà assaggiare, tra l’altro, il Valcalepio bianco 2010. Alle iniziative di domenica partecipa infatti anche il «Movimento del turismo del vino», con l’atteso appuntamento annuale «Cantine aperte 2011». Da 17 anni, nell’ultima domenica di maggio, 800 aziende vinicole italiane aprono infatti le porte al pubblico, per visite alle cantine, alle coltivazioni e per degustazioni enogastronomiche. Non occorre spingersi lontano: in Lombardia vi sono decine di aziende agricole - da Lodi a Lecco, da Mantova a Bergamo, per arrivare a Brescia o in Valtellina – dove si coltiva la vite e si produce vino di qualità. Chi non volesse allontanarsi troppo dal capoluogo, può visitare il Consorzio Volontario Vini D.O.C. San Colombano, sito nel borgo pittoresco di San Colombano al Lambro, nella Bassa Lodigiana, dove si produce l’unico vino doc di Milano. Per i programmi completi: www.castellieville.it ; www.movimentoturismovino.it.