Florence migliora se stessa

Ma certo, ha fatto bene. Dopo il successo del debutto Lungs, Florence Welch ha solo messo a punto alcune cosine della sua Machine per crescere un altro po’, ovviamente bene. E con una pasta compatta di soul, gospel e rock, talvolta barocca e spesso dark, ha steso dodici brani che la sua voce addomestica appena appena. E quindi, finito di ascoltare la martellante Heartlines o la preghiera di No light è ancora più chiaro che questa venticinquenne, ebbene sì, prima o poi inciderà un capolavoro.