La flotta dell’Italo Balbo leghista

Chissà che non diventi una moda. Certo, da parte sua, il senatore-aviatore Giuseppe Leoni non sembra aver intenzione di smettere. Dopo aver intitolato, nel giugno scorso, otto aerei delle scuole dell’Aero club Italia (di cui il leghista è presidente) ad altrettanti esponenti di spicco del Carroccio, ora si appresta a battezzarne altri tre con altrettanti nomi celebri. Il primo, destinato all’Aero Club di Salerno, sarà chiamato «I-NAGI», in onore del capo dello Stato Giorgio Napolitano. Il secondo, sul quale si addestreranno gli allievi della scuola volo di Carpi sarà l’«I-VLIS», in onore del Cav. Ed ecco la novità: nella particolare flotta entrerà per la prima volta un apparecchio non intitolato a un politico. Si tratta dell’«I-RTLF» - che andrà in forze alla flotta dell’Aero Club di Olbia - nominato così in onore del direttore del Giornale Vittorio Feltri «che - spiega Leoni - con la mia iniziativa mi ha soprannominato, non senza malizia, l’Italo Balbo del Carroccio».