Fmi, la nomina della Lagarde "è una cosa certa"

La Ue è molto ottimista sulla
nomina di Christine Lagarde alla guida del fmi. Una fonte europea ha indicato che "è fatta". I due fatti nuovi sono l’apprezzamento della
segretaria di stato Hillary clinton e il lavoro già avviato dalla ministra francese per &quot;trovare delle compensazioni per i brics&quot;<br />

Gli europei considerano la nomina della francese Christine Lagarde alla guida del Fondo monetario internazionale come un fatto acquisito dopo gli elogi espressi ieri dal segretario di Stato Usa Hillary Clinton, secondo una fonte europea citata da France Presse: "sulla Lagarde è fatta", ha detto oggi questa fonte, a margine del vertice del G8 in Francia. Ieri la Clinton a titolo personale ha accolto calorosamente la candidatura del ministro delle finanze francese, anche se ha precisato che a livello ufficiale per ora gli Usa non hanno una posizione. In una intervista alla televisione francese TF1, Clinton ha detto di "ammirare" Lagarde, sostenendo che ha "buone chance" per la nomina. E se i grandi paesi emergenti, i "Brics", acronimo di Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica, hanno espresso contrarietà sul fatto che venga nuovamente nominato un europeo alla guida del Fondo, sempre secondo questa fonte "bisognerà trovare qualche compensazione per i Brics".