Fmi Riviste in calo le stime sull’Italia: nel 2009 il Pil in frenata del 2,1%

Il Pil italiano viaggerà in negativo sia nel 2009 che nel 2010. La previsione è del Fondo monetario internazionale e sarà ufficializzata domani in occasione dell’aggiornamento del World economic outlook. In particolare, secondo l’organizzazione di Washington, il Pil italiano scenderà del 2,1% nel 2009 e dello 0,1% nel 2010. Una secca revisione al ribasso rispetto alle stime di ottobre (-0,2% per quest’anno e +0,3% per il prossimo). Drastico anche il taglio dei numeri sull’economia mondiale. La crescita del Pil globale si fermerà allo 0,5% nel 2009, contro il +2,2% previsto a novembre scorso, per poi tornare a crescere del 3% nel 2010. Il prodotto dell’Eurozona calerà del 2% quest’anno, contro il precedente -0,5%, e risalirà dello 0,2% nel 2010. Il Fmi vede con favore gli interventi di politica fiscale per sostenere l’economia, ma lancia al tempo stesso l’allarme debito. «I pacchetti fiscali - dice il Fondo - dovrebbero basarsi principalmente su misure temporanee».