Fmi Yuan sottovalutato, «fonte di tensioni per l’economia»

Uno yuan sottovalutato può essere causa di tensioni per l’economia globale e le autorità di Pechino dovrebbero accelerare il processo di apprezzamento per evitare di creare i presupposti per una nuova crisi. Lo ha detto il direttore generale del Fondo monetario internazionale durante un’intervista per il quotidiano francese Le Monde. Secondo Strauss-Kahn, la politica economica cinese sta comunque «andando nella giusta direzione e sta portando a un aumento del valore dello yuan che dovrebbe tenere sotto controllo l’inflazione e sostenere i consumi interni». Strauss-Kahn, ritiene inoltre che non ci sia lo stato d’animo per un nuovo «accordo del Plaza» (l’intesa che nel 1985 portò alla svalutazione del dollaro), aggiungendo che «se si vuole essere al centro del sistema occorre avere maggiore responsabilità nel sistema»