«Alla Foce nessuna emergenza nomadi»

Secondo il Comune è tutto a posto. I nomadi non rappresentano più un’emergenza. È stato risolto il problema del ritorno di alcune famiglie di zingari nel quartiere genovese della Foce. E addirittura nei prossimi giorni, intanto, dovrebbero completarsi le operazioni di sgombero dei campi abusivi in val Bisagno e val Polcevera.
L'annuncio, anzi la serie di trionfalistici annunci, è stata data in consiglio comunale dall’assessore Paolo Veardo, in risposta alle interrogazioni presentate da Salvatore Cosma (Udeur), Gianni Bernabò Brea (An), Giuseppe Costa (Forza Italia) ed Edoardo Rixi (Lega Nord). «La situazione è tranquilla - ha detto Veardo - e tutti i bambini sono tornati a scuola, il 70 per cento nei nuovi quartieri, il 30 per cento alla Foce. Gli insediamenti abusivi, invece dovranno essere sgombrati». È stata chiesta anche la realizzazione di un campo di transito, che dovrà essere valutata dal punto di vista urbanistico.
La presenza continua di zingarelli che seminano il panico nella zona dei giochi di piazza Rossetti, la sosta di vari camper in piazzale Kennedy e non solo, secondo l’assessore, non si ripeterà più. O meglio, non si sarebbe già dovuto ripetere, perché «è tutto a posto».