La Foce si ribella ai bus parcheggiati in strada

PICCHETTI ALL’ILVA, SUBITO RINVIATO

IL PROCESSO CONTRO I SINDACALISTI
Prima udienza ieri mattina nell’aula di Palazzo di giustizia, davanti al giudice del lavoro Margherita Bossi, per il ricorso presentato in via d’urgenza da Emilio Riva, presidente dell’Ilva di Cornigliano, contro i lavoratori e i delegati sindacali di fabbrica. Riva dopo gli scioperi e i picchettaggi avvenuti nelle scorse settimane, aveva denunciato i delegati chiedendo danni per un ammontare di 100mila euro. Il processo, comunque, è stato subito rinviato per motivi tecnici al 19 maggio prossimo. Nel ricorso gli avvocati dell’industriale, Luca Failla e Gianluca Crespi del foro di Milano, hanno contestato in particolare ai delegati i picchettaggi che almeno in tre occasioni avrebbero impedito l’accesso allo stabilimento di Cornigliano a operai, impiegati e dirigenti, in relazione alla vicenda dei 7 apprendisti di cui il sindacato aveva chiesto unitariamente l’assunzione a tempo indeterminato.