Foggia, dopo 23 rapine mette un manifesto: "Un altro furto e devo licenziare 42 dipendenti"

Subire 23 rapine in sette anni è veramente troppo per chiunque. Un imprenditore foggiano ha esposto un manifesto sui muri dei suoi supermercati per dire "basta" ai furti. Poi ha minacciato di licenziare i dipendenti perché é esasperato

Foggia - Evidentemnete non ne poteva più. Questa è una storia che andrebbe bene per decine di commercianti in tutta italia. A Foggia il proprietario di 4 punti vendita Despar in tutta la città quando nel suo personalissimo score ha fatto segnare la 23esima rapina ha detto stop.

E così ha esposto sulle mura dei suoi supermercati un manifesto con la scritta: "Dopo 23 rapine abbiamo il piacere di chiedervi BASTA!", e sotto c'è anche un "vietato rapinare". Ma la protesta del proprietario Rino Renzulli è andata avanti con un'iniziativa ancora più curiosa. Renzulli ha minacciato di licenziare i suoi 42 dipendenti se gli episodi di furto continueranno a ripetersi.

 "Non ce la faccio più ad andare avanti ha commentato Renzulli-. Abbiamo denunciato sempre tutto. L’ultima rapina l’abbiamo subita martedì scorso. Ora ho comunicato che licenzierò i 42 dipendenti dei miei 4 punti vendita”. L'ultimo "colpo" messo a segno ai danni dei despar di Foggia risale a martedì sera quando un rapinatore è entrato si è fatto dare tutto l'incasso di giornata ed ha pure ringraziato la cassiera. Dopo l'ennesima beffa Renzulli è determinato ad estendere l'affissione dei manifesti in tutta la città di Foggia per far comprendere a tutti i suoi cittadini quanto sia difficile lavorare soprattutto dare lavoro quando bisogna fare i conti con la criminalità.