Foggia, aperta la paratia di una diga: treni nel caos, ritardi fino a sei ore

L'apertura di una paratia a valle della diga di Occhito, per evitare che l'invaso tracimasse ha provocato l'allagamento dei binari tra Foggia e Termoli

Foggia L'apertura volontaria di una paratia a valle della diga di Occhito, nel foggiano, ha provocato l'allagamento dei binari delle Ferrovie dello Stato tra Foggia e Termoli: tutto il traffico ferroviario tra Nord e Sud è quindi da alcune ore o deviato su percorsi alternativi oppure sostituito dai bus con notevoli ritardi e disagi per i passeggeri. L'ufficio stampa delle Ferrovie dello Stato invita "a non mettersi in viaggio se non strettamente necessario". L'apertura della paratia è stata disposta per evitare che tracimasse l'acqua contenuta nell'invaso.

Oltre al traffico ferroviario è bloccata anche la statale 16 in località Ripalta, nei pressi di Lesina, che risulta allagata. Quando l'acqua della diga si è riversata sulla statale - si è saputo - alcuni automobilisti sono rimasti bloccati, ma sono riusciti quasi subito a ripartire. Nessuna conseguenza, invece, per la vicina autostrada A14 che risulta libera in entrambi i sensi di marcia.

Sono finora 15 i treni deviati e 12 quelli fermati o a Foggia o a Termoli - a seconda se arrivano da Sud o da Nord - e sostituiti dagli autobus. Le Ferrovie dello Stato stimano "fino a sei ore" i ritardi per il traffico ferroviario. Al momento - si apprende dalle Fs - i treni provenienti da Sud vengono deviati a Foggia via Caserta-Roma-Firenze-Bologna.