Foibe, per la Croazia Napolitano è razzista

Il presidente della Croazia Mesic offende il presidente Napolitano sulle foibe in occasione del giorno della memoria, perché «è impossibile non intravedere elementi di aperto razzismo, revisionismo storico e revanscismo politico». Pronta la replica del ministro degli Esteri D'Alema che per oggi ha convocato l’ambasciatore croato. Dure reazioni anche della Cdl. Dice Fini: «Mesic ha offeso non solo il presidente Napolitano ma anche la verità storica».