Folla ed entusiasmo nei cento gazebo del Popolo della libertà

I cittadini liguri anche oggi possono «votare» il programma di governo

Folla ai cento gazebo del «Popolo della libertà» che sono stati allestiti ieri - e saranno ancora aperti oggi - in tutta la Liguria per raccogliere i suggerimenti dei cittadini da inserire nell’elaborazione del programma del futuro governo. Fin dalle prime ore di ieri mattina si è verificato un afflusso costante di persone, interessate a esprimersi sui tre documenti che riguardano la sicurezza, la famiglia e le tasse. Nelle schede, inoltre - come hanno sottolineato Sandro Biasotti, Eugenio Minasso e Luigi Morgillo, alla presentazione dell'iniziativa -, c’è spazio per indicare eventuali suggerimenti da tenere presenti al momento di decidere le linee programmatiche. Particolare attenzione ha suscitato l’iniziativa di Fabio Costa, leader dell’opposizione nel Municipio Centro Ovest, che ha distribuito al gazebo di piazza Montano i volantini con la riproduzione degli articoli pubblicati dal Giornale sulla realizzazione della moschea a Genova. Oggi restano aperti in città i seguenti gazebo:
- Centro: via XX Settembre, altezza libreria Mondadori, orario continuato 9-19
- Albaro/Boccadasse: corso Italia, vicino alla Chiesa di Boccadasse, orario 9-19
- Nervi, via Oberdan, sotto i portici del supermercato Dì per Dì, orario 9-19
- Pegli, piazza Calassetta, vicino al Ristorante Puppo, dalle ore 9 alle 12.
Prosegue, intanto, la messa a punto delle liste che vede in pole position nel Pdl Claudio Scajola Gabriella Mondello, Gabriele Boscetto, Giorgio Bornacin, Eugenio Minasso, Sandro Biasotti, Roberto Cassinelli, Michele Scandroglio, Renata Oliveri, Gianni Plinio, Gianfranco Gadolla, Matteo Campora, Eraldo Ciangherotti, Luigi Morgillo, Giacomo Gatti, Franco Amadeo, oltre a Luigi Grillo e Alfredo Biondi che però potrebbero «emigrare» fuori Liguria. Per eventuali incarichi di governo si fanno i nomi di Enrico Musso e Claudio Eva (protezione civile).