Una folla di tifosi delusi

(...) quando al tifoso con il numero 80 il Samp Point ha comunicato che i tagliandi erano esauriti. Tantissimi sono rimasti fuori, ma qualcuno, soprattutto Francesca che è stata la prima ad acquistare il biglietto, ce la fatta: «Sono stanca ma felicissima. A Brema andrò con un volo di linea e mi auguro con tutto il cuore che questa non sia la mia unica trasferta di Champions». La Sampdoria si è già mossa per cercare di ottenere altri pass per la gara di mercoledì, anche se - con i lavori di ristrutturazione dell'impianto tedesco e la conseguente riduzione di circa 12.000 posti - non sarà impresa semplice, anzi la risposta in verità è già negativa: «Ringrazio tutti i nostri tifosi - ha detto ieri il direttore generale Sergio Gasparin - che stanno dimostrando ancora una volta un grandissimo attaccamento alla squadra, purtroppo in poco tempo i biglietti si sono volatilizzati e sappiamo che in molti sono rimasti delusi». Nel frattempo la squadra ha ripreso a lavorare dopo l'amichevole di Verbania e tutti sono tornati in campo, compresi i nazionali. Intanto il direttore sportivo Doriano Tosi è tornato a parlare di Poli, sempre più accostato ai grandi club: «Rimane con noi, ve lo posso assicurare. Se ci sono squadre interessate? È indifferente, perché la nostra volontà tutti la conoscono. Poli crescerà e migliorerà a Genova».
Genoa. Assegnati i numeri di maglia ai giocatori rossoblù. La curiosità è quella di Mattia Destro, baby bomber che ha seguito il consiglio di Milito e indosserà il «pesantissimo» 22: «Ti porterà fortuna», gli ha detto il Principe. Veloso avrà il 42, Rafinha il 18.