Follie ad alta quota

Quando salgono su un aereo i Vip continuano a sentirsi primedonne e così c’è chi pretende di fumare e chi di usare il telefonino

«L’aereo più pazzo del mondo» esiste davvero. E non ha nulla da invidiare a quello pilotato da Ted Striker nel film diretto da Jim Abrahans e i fratelli Zucker. Infatti, pur volando alto con la fantasia, non si potrebbe mai immaginare quanto accade - realmente - tra le poltrone di un jumbo, nel bagno di un charter o nella cabina di comando di un boeing: viaggiatori e membri dell’equipaggio che fanno sesso; starlette colte da convulsioni perché non possono usare il telefonino; Vip che si ubriacano o si drogano; furibonde crisi per astinenza da sigaretta; bische improvvisate sui sedili di coda e mille altri fuoriprogramma.
A livello alcolico, sono rimaste celebri le sbronze d’antan di Marlon Brando, Orson Wells e Anthony Quinn a bordo degli aerei che li trasportavano da un set all’altro; mentre, in tempi più recenti, si sono dimostrati amanti del cicchetto volante Brigitte Nielsen, Paris Hilton e Mickey Rourke.
La passione per l’azzardo ha giocato invece un brutto scherzo a Sean Penn che, in piena traversata aerea, si è visto sequestrati i dadi con cui stava spennando un ricco manager dalla scommessa facile.
Situazione stupefacente per Kate Moss che, ispirata forse dalla pista d’atterraggio, fu sorpresa dalla hostess mentre era alle prese con una «pista» di ben altro tipo.
Ma anche noi italiani, quando si tratta di fare gli stravaganti, non siamo secondi a nessuno. Prendete Elisabetta Canalis: è riuscita a finire in prima pagina per una «mancata fumata aerea». Una storia descritta con dovizia di particolari dal sito Dagospia: «Sul volo Milano-Francoforte la bella Eli ha perso le staffe a causa del divieto di fumo». Da anni sui voli nazionali e internazionali è vietato fumare, eppure la voglia di accendere una sigaretta è stata così forte da far perdere il controllo alla ex velina: «Voglio fumare, fatemi fumare, fatemi fumare», avrebbe urlato fino a farsi sentire in cima alla torre di controllo. Velenoso il commento di Dagospia: «Considerato che il volo dura circa un’ora, il bisogno della Canalis doveva davvero essere stato impellente. Ma sembra più probabile che Elisabetta, ormai abituata a essere trattata come una vera e propria star, abbia preso l’attitudine al capriccio tipica delle dive... ». Ma la Canalis è in buona compagnia: analogo inconveniente anche per Alessia Fabiani e Gianfranco Funari, che da allora ha deciso di non prendere più l’aereo.
Problemi con il cellulare in volo per Elisabetta Gregoraci, Alessia Marcuzzi, Aida Yespica, Magda Gomez e chissà quante altre bellissime: tutte invitate, educatamente, a spegnere il telefonino dal quale non riescono a staccarsi neppure in fase di decollo o atterraggio.
Ampio il capitolo dedicato alle effusioni a luci rosse. Una pratica addirittura incoraggiata dalla sessuologa Gloria Brame: «Fare sesso in uno stato di euforia provocato dall'ebbrezza del volo è sicuramente un efficace stimolante». Anche se a volte può essere pericoloso. Come insegna la disavventura capitata all'aviatore americano Lawrence Sperry, inventore del pilota automatico: Sperry stava sorvolando New York in compagnia femminile nel novembre del 1916 quando l'aereo precipitò; l'aviatore e la compagna furono prelevati in mare sani e salvi ma completamente nudi e raccontarono imbarazzati di aver perso i vestiti durante l'incidente. Certo, poteva andare molto peggio...
In tempi più moderni è Youtube a smascherare i porcelloni con le ali. Tra i video più cliccati quello del volo, probabilmente da Parigi a Londra, con centinaia di passeggeri ignari a bordo. Ignari di cosa? Nella cabina di pilotaggio, la mitica hostess Elisabeth è impegnata in un focoso striptease. Lo spettacolo, suddiviso in due video bollenti, è finito su Internet e adesso le compagnie aeree europee si interrogano su chi siano i protagonisti. I video durano rispettivamente un paio di minuti. La formosa hostess parla francese ed è aiutata nella sua sexy-performance da una collega, mentre capitano e copilota toccano con mano la bontà della loro assistente di volo. Lei si sfila la camicetta, poi si toglie il reggiseno e la gonna sfoggiando un tanga a tutto tondo su cui indugia la telecamera tra battute e risate.
Ma, a volte, il peep-show ad alta quota può coinvolgere anche i passeggeri. Meglio se Vip. Pamela Anderson e Toya Jackson hanno confessato di aver fatto sesso orale seduti in business class con grande soddisfazione per sé e, presumibilmente, per chi stava al loro fianco. Rapporto completo, invece, per l’attore Ralph Fiennes, finito al centro di una liaison che ha fatto il giro di tutte le rotte: nella toilette di un boeing 747 della Qantas in volo tra l'Australia e l'India ha fatto l'amore con una hostess. L'hostess - una ex-poliziotta australiana di 38 anni, Lisa Robertson - è stata prontamente licenziata. Pentita? Neanche per sogno: «Ne valeva la pena... », ha commentato.
Ralph, da quando l’ha saputo, vola a un metro da terra.