Follie (e fobie) sessuali

Michele Ainis, Le libertà negate. Come gli italiani stanno perdendo i loro diritti (Rizzoli, 2004). Pagg. 49 e 50: «O come la legge che costringe gli alberghi di Sioux Falls, nel Sud Dakota, a dotarsi di camere matrimoniali con due letti singoli per le coppie che vi soggiornino per una sola notte. O ancora come l’ordinanza emanata a Newcastle, nel Wyoming, che proibisce i rapporti sessuali nei reparti freezer dei supermercati. Oppure come il vasto campionario dei divieti predisposti per gli automobilisti, talvolta con sprezzo del ridicolo. E così a Carlsbad, nel Nuovo Messico, il sesso in auto è consentito solo durante la pausa pranzo dei giorni lavorativi, e solo se i finestrini dell’autovettura sono dotati di tendine. A Skullbone, nel Tennessee, le donne che procurano piacere a un uomo mentre questi siede dietro un volante vengono punite con 30 giorni di galera \. A Norfolk, in Virginia, è proibito fare sesso mentre si percorre una strada urbana con il sidecar. A Tremonton, nello Utah, sono vietati espressamente i rapporti sessuali in ambulanza; solo per le donne, tuttavia, e a mo’ di punizione la norma prevede che il loro nome venga pubblicato sul giornale locale».