Follini e vizietti

«Se si vuole diradare la cappa di scetticismo che è scesa sul Partito democratico occorre scegliere un leader vero e farlo votare dagli iscritti. Non ci possiamo permettere di continuare a scivolare lungo la china inclinata che abbiamo preso in questi ultimi tempi». Così parlò Marco Follini, leader dell’Italia di Mezzo e membro del Comitato del Pd. Per la serie il lupo perde il pelo, la faccia e il suo passato. Ma non il vizio di contestare la leadership.