Fondazione, all’asta il certificato 1893

Giovanni Porcella

Un’asta davvero particolare. Succede alla Fondazione Genoa. Tutti impazziti per entrare in possesso del certificato numero 1893, ovvero la data di fondazione della società e allora ecco l’idea per garantire a tutti parità di condizioni. La Fondazione che ha circa 3500 adesioni continua la sua crescita ed ora si scopre che quel numero particolare e suggestivo 1893 piace a tutti e nessuno ci vuole rinunciare. Così dal professor Carbone all’avvcocato D’Angelo tutti concordi nel metterlo all’asta. Come? Si va su internet al sito www. ebay.it da oggi fino al 23 ottobre e lì ognuno puo’ fare la sua offerta. Gli aspiranti partecipanti a questa specie di concorso al rialzo che non hanno l’account ebay, potranno effettuare offerte dal lunedì al giovedì dalle 14.30 alle 16,30 presso la sede della Fondazione in via Roma.
Insomma il marchio Genoa tira tanto che sul Grifone in serie A c’è chi è pronto a puntare ad occhi chiusi. Si tratta di Eurobet, società inglese di scommesse, nuovo main sponsor della società rossoblu’. I calciatori Barasso, Milanetto e Adailton hanno tenuto a battesimo l’idillio che avrà la durata di un anno con opzione per il secondo e che ha fruttato alle casse del Grifo circa 700 mila euro. L’idea di sponsorizzare il club rossoblù è derivata dall’acquisizione, avvenuta quest’anno, di una concessione sportiva e ippica a Genova da parte del gruppo a cui fa capo Eurobet, partner in Inghilterra del Manchester United. L’azienda ha deciso di investire in Italia sfruttando la possibilità offerta dal decreto Bersani, che amplia sia la rete di raccolta delle scommesse sportive (destinata a passare dagli attuali 770 a 7700 punti vendita) che quella delle scommesse ippiche. Domenico Giovando, amministratore delegato di Eurobet ha dichiarato: «Stiamo intraprendendo grandi campagne di marketing, focalizzate sullo sport piu’ seguito dagli italiani. Per questo siamo molto entusiasti di poter associare il nostro nome alla città che ospita il primo bettin shop nel nostro paese e quindi al Genoa che ha pure origini inglesi. Speriamo che questa sponsorizzazione possa portare fortuna a entrambe le parti per un futuro da serie A». L’auspicio dello sponsor è stato raccolto dall’amministratore delegato del Genoa Alessandro Zarbano, che ha parlato anche di un progetto comune.
Intanto la squadra ha proseguito la preparazione in vista della trasferta di domani a Brescia con il solito dubbio: Greco. L’attaccante ieri si è allenato, ma alla fine ha accusato un nuovo indolenzimento alla gamba. Oggi i medici valuteranno definitivamente le sue condizioni.