Fondazione Ania «Se chi guida non è lucido, fermatelo e scendete»

La Fondazione Ania per la Sicurezza stradale è impegnata, insieme agli enti locali, in una campagna sulla prevenzione. Il progetto sociale ha ottenuto il patrocio dal ministero delle Pari opportunità. Dopo aver sottoscritto un protocollo d’intesa con i Comuni di Milano e di Roma, la Fondazione Ania ha trovato nella Provincia di Roma un altro partner di rilievo, cui si è aggiunto il Comune di Monza. La firma del protocollo con la Provincia di Roma è avvenuta al liceo «Leonardo da Vinci», dove centinaia di studenti sono stati richiamati, con un efficace messaggio di Enrico Brignano, alla massima attenzione sui pericoli di un viaggio in auto, che può concludersi tragicamente, quando al volante siede chi ha abusato di alcol e di droga o è semplicemente stanco. "Fermatelo in tempo e scendete dalla macchina!", ha ammonito lo showman. «Gli incidenti rappresentano la prima causa di decesso tra i giovani - ha ricordato Sandro Salvati, presidente della Fondazione Ania -: solo nel 2007 i morti, guidatori e soprattutto passeggeri, di età compresa tra i 18 e i 34 anni, sono stati 1.752 e un incidente su quattro si è verificato nelle notti dei weekend». Fondazione ANIA ed enti locali investono molto in questo articolato progetto ed un costo non indifferente riguarda la voce «scatola rosa», già prodotta in migliaia di esemplari. È un dispositivo satellitare in grado di registrare real-time i dati di viaggio e localizzare un’auto, in caso di allarme lanciato dalla donna ancora alla guida o appena uscita dalla vettura. L’Sos, per incidente, guasto meccanico o malore, ma anche tentativo di aggressione o atti di violenza fisica, attiva immediatamente il soccorso meccanico o sanitario, come pure l’intervento delle forze dell’ordine. Per informazioni: numero verde 800433466.