Fondazione Carige Nasce il progetto che fa giocare assieme bimbi sani e disabili

Fortissimamente sul sociale: Fondazione Carige ci punta alla grande sostenendo il progetto «La casa si allarga», un luogo in cui i «bambini speciali» possano condividere una quotidianità al di là dell'handicap. Bimbi sani e disabili insieme, col supporto di volontari e professionisti a favorire lo scambio di esperienze tra genitori in un'accoglienza che scalza le differenze e crea stimoli e aperture. L'idea nasce nel 2006 dall'Associazione famiglie per l'accoglienza, con sede a Chiavari (www.famiglieperaccoglienza.it - 0185/371258) coinvolte nel problematiche del disagio e dell'handicap, «e adesso si struttura - spiega la presidente Rosanna Serio - Difficile fare entrare la vita in una casa dove ci sono problemi gravi. Ecco l'urgenza di trovare spazi dove creare l'incontro». Qui il ruolo della Fondazione Carige, che l'approccio ha bisogno si sviluppi concreti e sostegno finanziario: «Questo è un eccellente esempio di sussidiarietà - commenta Pierluigi Vinai, vice presidente Fondazione - è l'interazione tra il no profit e il privato sociale che mette le risorse in un contesto in cui anche il pubblico deve però fare la sua parte». La Fondazione non molla su una vocazione diventata linea guida: «Nostra mission è il sociale, soprattutto la famiglia fondata sul matrimonio tra uomo e donna. E questo progetto è un po' la sintesi delle iniziative sui giovani e anziani che stiamo portando avanti». 250mila gli euro stanziati da Fondazione per Genova e Imperia, col supporto di Caritas, distretti socio sanitari e altri enti, «per distribuire beni di prima necessità o servizi alle famiglie bisognose».