Fondazione Colombo, è allarme

Tutti preoccupati per la Collezione Wolfson. Tutti tranne la Regione, a quanto pare. L’allarme lanciato dal Giornale dopo le riuscite insistenze della giunta Burlando per mettere in liquidazione la Fondazione Cristoforo Colombo non è caduto nel vuoto. Anzi, in Regione inizia il pressing al contrario, quello nei confronti della maggioranza chiamata a offrire garanzie al mondo della cultura genovese.
A fine mese è in programma l’ultimo consiglio di amministrazione della Fondazione Colombo. Che poi si scioglierà. Ma al momento non è stata ancora creata, come prevede la contestata legge approvata ad ottobre, la nuova «Fondazione regionale per la cultura e lo spettacolo». I timori per quello che è il futuro del prezioso patrimonio culturale (e non solo culturale) della Fondazione hanno spinto due consiglieri a mettere alle strette la maggioranza. Gianni Plinio, capogruppo di An, presenta un’interpellanza urgente che ripercorre i motivi della dura opposizione già fatta in consiglio contro il testo unico di legge regionale che ha portato alla soppressione della Fondazione Colombo. «Dopo anni di inoperosità era diventata, per volontà della giunta di centro destra, un eccellente centro di propulsione culturale - attacca Plinio -. Ora la si è voluta sostituire con l’ennesimo carrozzone burocratico-clientelare capace di massima spesa e nessuna resa». Ma in particolare, con il suo intervento, il capogruppo di An chiede di sapere «come si intenda salvaguardare il patrimonio della Fondazione Colombo e, in primis, la collezione Wolfson».
Gli dà pieno sostegno Gino Garibaldi, consigliere di Forza Italia, che definisce «motivazioni incomprensibili» quelle che hanno spinto la giunta Burlando a «prevedere l’estinzione della Fondazione Colombo». Ma visto che il nuovo ente che dovrebbe ereditarne funzioni e patrimonio non esiste ancora, Garibaldi chiede «con una certa preoccupazione che fine farà la Collezione Wolfson, che è ormai un pezzo della cultura di Genova e quale sarà la sorte delle iniziative culturali e degli spettacoli già programmati dalla Fondazione Colombo e finanziati dalla Regione Liguria». Il consigliere azzurro vuole dalla giunta «una risposta chiarificatrice e in via istituzionale».