Una fondazione dedicata al maestro

In vista del centenario della nascita di Michele Federico Sciacca, che cade quest'anno, Pier Paolo Ottonello, ordinario di filosofia nella nostra Università da oltre trent'anni, ha costituito una fondazione intitolata al suo maestro Sciacca, filosofo di fama internazionale, che ha illustrato il nostro Ateneo per piú di trent'anni.
La fondazione, con sede in Genova, di cui il presidente onorario è Vincenzo Lorenzelli, si prefigge di incrementare gli studi sull'opera e le attività di Sciacca, il cui pensiero è straordinariamente attuale. Dalla sua morte (1975) ad oggi, Ottonello ha promosso una cinquantina di volumi e oltre millecinquecento pubblicazioni in Italia e all'estero, oltre al semestrale internazionale «Studi Sciacchiani». In quest'anno centenario ha tenuto numerose conferenze e ha organizzato tre congressi su Sciacca, l'ultimo dei quali si svolgerà a Bocca di Magra dal 4 al 7 settembre prossimo. I due volumi degli atti saranno pubblicati dallo storico editore Olschki di Firenze.
Michele Federico Sciacca, filosofo di fama internazionale nato a Giarre (Catania) nel 1908, ha scelto di vivere fuori dalla sua Sicilia dai ventidue anni in avanti: e gli ultimi suoi oltre trent'anni di insegnare nel nostro Ateneo, facendone punto di irradiazione delle sue attività e iniziative internazionali straordinariamente ricche e feconde, sino alla morte (1975). Nel centenario della sua nascita, Pier Paolo Ottonello, suo scolaro, a sua volta ordinario di Filosofia nella nostra Università dal '75 (Sciacca morí pochi mesi prima di vederlo in cattedra), ha riunito un centinaio di studiosi di tutto il mondo. Di ben piú aveva raccolto, e spesso curato, una ricca serie di studi: una cinquantina di volumi e oltre millecinquecento articoli su riviste specializzate. Il maggiore impulso in questa direzione è venuto da parte di Maria Adelaide Raschini, che succedette a Sciacca sulla cattedra universitaria e che, nel '93, fondò nel nostro Ateneo un Dipartimento a lui intitolato, che ha riunito il nucleo genovese della vasta Scuola di Sciacca. Fra le sue iniziative nel settore, grandissimo rilievo ha avuto il congresso internazionale svoltosi a Roma nel '95, nei vent'anni dalla morte; nonché un convegno annuale, sempre sulle sue molteplici opere e iniziative. Sedici, ad oggi, i volumi dei relativi atti, pubblicati dallo storico editore Olschki di Firenze. Ora quel folto gruppo di studiosi, europei ed extraeuropei, si è riunito per il centenario in un convegno a La Plata (Argentina) e ne compirà le celebrazioni in un ulteriore congresso che si terrà dal 4 al 7 settembre nella splendida cornice di Bocca di Magra. I relativi Atti si prevedono ricchi d'una sessantina di contributi, provenienti, oltre che da diverse università italiane, da Germania, Spagna, Francia, Grecia, Argentina, Russia.