Fondazione «Fiabe» Bimbi prima di tutto

Fornire un aiuto ai bambini e ai giovani che vivono in uno stato di disagio. Nasce con questo intento «Fiabe», la Fondazione italiana aiuto bambini in emergenza, istituita da Andrea Mondello, presidente della Camera di Commercio, che ha deciso di devolverle così 600mila euro guadagnati nella sua attività di guida dell’ente camerale. L’attività della fondazione, presentata ufficialmente ieri dallo stesso Mondello, dal sindaco e dal presidente della Regione, Piero Marrazzo, partirà a gennaio con un corso di formazione sul «Trauma in età evolutiva. Violenza e abuso sui minori: la valutazione psicologica e gli interventi istituzionali», rivolto ad operatori dei servizi pubblici, del privato sociale, consulenti tecnici e periti che collaborano con la magistratura nei procedimenti che coinvolgono minori.
«L’obiettivo del corso - spiega Mondello - è assicurare che i professionisti impegnati in questi procedimenti giudiziari basino i propri interventi sulla centralità del bambino». Ma con quell’attività si vuole anche facilitare il dialogo fra le diverse figure professionali coinvolte. La fondazione ha già in calendario altri progetti da realizzare a partire dall’inizio del prossimo anno: assegnazione di borse studio a studenti in difficoltà, aiuto a bambini abbandonati, raccolta fondi dall’8 al 10 maggio.
«Sono molti e di diverso genere i traumi che gli adulti infliggono ai più piccoli - aggiunge Veltroni -. Questi casi vanno trattati con attenzione, stando dalla parte dei bambini. E più persone competenti ci sono meglio è. Fiabe, con la sua prima attività, va in questa direzione». E dimostra, come sottolinea Marrazzo, «che non c’è solo la rete dei pedofili, ma anche quella del volontariato, con cui le istituzioni devono lavorare».