Fondazione Mps e Moratti tra i soci di Arpe in Sator

da Milano

Arrivano i nuovi soci di Matteo Arpe. Sator apre il capitale a nove investitori italiani e internazionali. Entrano la fondazione Mps, il gruppo Angelini, il gruppo Api, il gruppo d’Amico (d’Amico società di navigazione), il gruppo Santarelli (Cogesan) e Massimo Moratti con la Cmc spa. Gli esteri sono Lehman Brothers e altri due primari investitori non citati. Una pattuglia di imprenditori e banche che Arpe ha avuto modo di conoscere bene come azionisti di Capitalia quando era amministratore delegato del gruppo romano. L’importo dell’aumento di capitale è di 28 milioni. Nel dettaglio ciascuno dei nove investitori ha sottoscritto una quota pari all’1,1% del capitale. Ora l’azionariato della struttura fondata dall’ex top manager di Capitalia è così formato: Arpe 60%, gli altri 21 manager il 30% del capitale e gli investitori privati e istituzionali il 10 per cento. La governance recepirà la nuova struttura con l’ingresso di due consiglieri e del presidente del collegio sindacale. Il via libera all’operatività, si legge in una nota, risale a inizio maggio e riguarda il fondo Sator, active value fund focalizzato sui titoli quotati nell’area dell’euro. È in corso la fase iniziale di raccolta che dovrebbe essere completata entro luglio. Il gruppo sta inoltre iniziando in queste settimane l’attività formale di fund raising per il primo fondo di private equity che dovrebbe effettuare il closing della raccolta entro la seconda metà dell’anno. Il calendario di Sator prevede poi il lancio del fondo specializzato nel settore immobiliare entro il primo trimestre del 2009. Dallo scorso aprile Sator (con la sua controllata Sator Capital Ltd.) ha ottenuto l’autorizzazione della Fsa, l’autorità di vigilanza inglese, ad operare in tutti i settori previsti.