Fondi alle imprese ancora in calo

In ottobre si è accentuato il calo dei prestiti alle aziende. Secondo Bankitalia, gli impieghi alle imprese non finanziarie sono calati dell’1,6% rispetto allo stesso mese di un anno fa. Una stretta che rappresenta un peggioramento rispetto al -0,1% su base annua registrato a settembre. Aumentano intanto le sofferenze registrate dal sistema bancario: sono salite di 10 miliardi rispetto a un anno fa, toccando quota 37,2 miliardi.
La Cassa depositi e prestiti, frattanto, «ha ridotto nuovamente i tassi di interesse applicati ai finanziamenti al sistema bancario destinati al sostegno delle piccole e medie imprese, diminuendo i differenziali sull’Euribor a 6 mesi di 10 punti base. Le due nuove fasce di spread sono dunque pari a 50 e 70 punti base».
Lo annuncia la stessa Cdp, spiegando che viene «confermata quindi in senso favorevole, dopo la riduzione di ottobre (15 punti base), una delle condizioni contenute nella Convenzione Cdp-Abi, siglata alla fine dello scorso maggio e relativa alla nuova operatività bancaria di finanziamento delle Pmi con provvista Cdp, per cui la Cassa ha messo a disposizione delle banche complessivamente 8 miliardi di euro.
La decisione, che avrà efficacia già a partire dalle erogazioni richieste alla Cdp dal sistema bancario per il corrente mese di dicembre, è stata presa tempestivamente, in conseguenza dell’ulteriore miglioramento delle condizioni generali del mercato.