Fondi comuni, in luglio rosso per 1,8 miliardi

da Milano

Meno rosso nel bilancio di luglio dei fondi comuni. I dati definitivi di raccolta netta ritoccano le anticipazioni e pur restando in forte passivo - 1,8 miliardi di euro - ridimensionano di un miliardo il bilancio negativo provvisorio di giovedì scorso.
Anche questo mese i risparmiatori scelgono i Fondi flessibili e i prodotti di liquidità. Continua l'interesse anche per i Fondi Hedge, che fra le categorie mettono a segno la raccolta più consistente. Da sottolineare l'importante rallentamento dei deflussi dai fondi azionari e dai bilanciati. Non si registrano consistenti variazioni per l'andamento dei prodotti obbligazionari.
Con una raccolta di oltre 625,6 milioni di euro, i Fondi Hedge guidano la classifica dei prodotti e mettono a segno il settimo mese consecutivo in positivo, con oltre 4,2 miliardi di euro raccolti dall'inizio dell'anno. Il patrimonio della categoria è di oltre 25,7 miliardi di euro. I Fondi flessibili, con oltre 535 milioni raccolti nel corso del mese, occupano la seconda posizione della classifica; in crescita anche il patrimonio che si colloca abbondantemente sopra quota 46,4 miliardi.
Seguono in terza posizione i Fondi di liquidità, con oltre 517 milioni di euro. Il patrimonio di tali prodotti riprende quota e sale così a 83,1 miliardi.
La quarta posizione della classifica segna l'ingresso in territorio negativo. Qui troviamo, con una raccolta di -319 milioni di euro, i Fondi bilanciati; in calo anche il patrimonio che si ferma a 44,2 miliardi di euro. Al quinto posto i Fondi azionari: per loro i deflussi rallentano nettamente facendo registrare una raccolta negativa di 588 milioni di euro (lo scorso mese era di oltre 4 miliardi). Gli asset under management crescono rispetto al mese precedente assestandosi a 146,7 miliardi di euro. In ultima posizione troviamo, ancora in negativo, i Fondi obbligazionari con una raccolta di quasi -2,6 miliardi di euro e un patrimonio, in calo rispetto a giugno, di 251,8 miliardi di euro.