Fondi a Fs e Anas Tagli per gli statali

Nel decreto legge varato dal governo non ci sono solo giri di vite fiscali, ma anche spese: 2,8 miliardi destinati ai cantieri dell’Anas ed a quelli dell’Alta velocità ferroviaria. Un miliardo di euro sarà destinato ai cantieri stradali, mentre un miliardo e 800 milioni andranno a Rfi (Reti ferroviarie italiane), la società delle Ferrovie che si occupa, appunto, della rete. Si tratta di cifre un po’ inferiori a quelle che le due società avevano chiesto al governo per poter proseguire i lavori in corso: il governo ha limato 100 milioni all’Anas e 300 milioni a Rfi. Per quanto riguarda, infine, il capitolo dei tagli di spesa, ammontano a 900 milioni di euro per il 2006 e 1,3 miliardi per il 2007. Riguardano i sussidi all’editoria, le spese per le consulenze della pubblica amministrazione, alcune spese delle amministrazioni centrali. Bloccati, di fatto, anche i contratti integrativi dei dipendenti pubblici. La norma ha provocato reazioni molto critiche di tutti i sindacati, che hanno chiesto al governo, con toni ultimativi, un passo indietro.