Fondi, li possiedono 11 milioni di italiani

Una famiglia su due ha scelto questa forma di investimento. In media impiegati 34.700 euro

da Milano

Nel 2005 11 milioni di italiani, ovvero la metà delle famiglie residenti in italia, possedevano quote di fondi comuni e il 47% dei sottoscrittori è residente al Nord. È quanto emerge dal rapporto annuale di Assogestioni sulle caratteristiche dei sottoscrittori dei fondi comuni aperti che evidenzia anche quest'anno una stabilità della fiducia dei risparmiatori nei confronti dei fondi. In aumento l'età media dei sottoscrittori che arriva a superare i 54,3 anni, mentre cala il numero dei giovani con età inferiore ai 35 anni. Questo andamento incide anche sull'importo investito che passa da 33mila euro a 34.700 euro. Nel 2005 è stata Lodi (con 53.473 euro) la città che ha investito maggiormente, mentre Rovigo resta all'ultimo posto con 21.493 euro. Dal rapporto emerge una correlazione tra importo investito e rischiosità del portafoglio: i prodotti azionari sono maggiormente scelti nelle fasce di investimento inferiore ai 5mila euro, mentre tra 15mila e 300mila euro vengono preferiti i fondi obbligazionari e superata la soglia dei 300mila euro sono i fondi di liquidità i più gettonati. Infine, dopo due anni di stallo torna a crescere il numero di donne che investe in fondi, con una quota pari al 41,9% e al 38,4% del patrimonio analizzato. Dal punto di vista delle professioni, sono gli impiegati con il 52,8% del totale, la categoria più interessata ai fondi.