Fondi privati per il ponte sullo Stretto

Il governo si è «impegnato» a non finanziare con soldi pubblici il Ponte sullo Stretto di Messina. Con una mozione dell’Idv alla Camera, approvata con l’ok del governo e l’astensione della maggioranza, si è decisa «la soppressione dei finanziamenti previsti per la realizzazione del ponte sullo Stretto, pari a 1,77 miliardi». Prima il viceministro Aurelio Misiti poi la società Stretto di Messina hanno precisato che l’infrastruttura non è in discussione. Per il ministro dei Trasporti Altero Matteoli il Ponte «è una priorità, cercheremo risorse sul mercato».