Fondi, a settembre rimborsi per 1,74 miliardi di euro

Secondo le rilevazioni effettuate dall’Ufficio studi di Assogestioni i Fondi di operatori italiani con sede all’estero continuano la serie positiva di raccolta e nel rapporto mensile beneficiano di flussi pari a 619 milioni di euro. Tale risultato positivo non compensa i riscatti registrati dai prodotti di diritto italiano, i quali portano il dato di raccolta del sistema a -1,74 miliardi di euro. Il buon andamento dei mercati equity nel corso del mese di settembre insieme ad una raccolta positiva dei prodotti azionari ha determinato una crescita tangibile dei relativi asset e ha contribuito a dare stabilità al patrimonio complessivo dell’industria dei fondi che oggi vale 450 miliardi di euro.
I Fondi azionari mettono a segno la raccolta più consistente del trimestre. Le sottoscrizioni al netto dei riscatti sono, infatti, pari a 224 milioni di euro. Il patrimonio, spinto dai mercati cresce posizionandosi intorno ai 96 miliardi di euro, equivalenti al 21,3% degli asset del settore. I prodotti Bilanciati ricevono 155 milioni di euro e dispongono oggi di un patrimonio che supera abbondantemente i 20 miliardi, equivalenti al 4,5% degli asset investiti in fondi comuni aperti. Nel corso del mese appena concluso i Fondi obbligazionari fanno registrare una raccolta di -4 milioni di euro. Tra i prodotti della categoria si conferma il trend in atto da tempo e caratterizzato da un ribilanciamento a favore dei prodotti con un profilo di rischio/rendimento più elevato. Gli asset investiti i Fondi obbligazionari pesano per il 42% del patrimonio complessivo del sistema che al 30 settembre equivale a 187,6 miliardi di euro. I Fondi hedge vedono riscatti per 176 milioni di euro e detengono un patrimonio di 13,3 miliardi, pari al 2,9% degli asset complessivi. I Fondi flessibili chiudono il periodo di rilevamento con un patrimonio in crescita che oggi si colloca a quota 63,3 miliardi, equivalenti a più del 14,1% degli asset investiti in fondi comuni; tale positivo risultato è stato messo a segno nonostante deflussi netti pari a 191 milioni. Durante il mese in esame i riscatti più consistenti si sono verificati tra i Fondi di Liquidità.