Dal fondo della Diocesi 12 milioni alle famiglie in difficoltà

Come regalo di saluto per Tettamanzi, la Diocesi chiede una raccolta straordinaria a favore del Fondo famiglia lavoro, uno sprint finale per la raccolta che terminerà il 31 dicembre. In due anni e mezzo sono stati raccolti fondi per 12.467.059,19 euro, con gran parte delle donazioni dalla Fondazione Cariplo, ma anche con 6mila offerte da privati cittadini; 1.444 da parrocchie; 135 da enti e società. Domani alle 18, alla Casa cardinale Schuster di via Sant’Antonio, Tettamanzi incontrerà i 700 volontari che hanno lavorato al progetto per esprimere loro la propria gratitudine per l’efficacia della «macchina organizzativa» e «per la generosità manifestata nell’ascolto e nell’accompagnamento delle famiglie segnalate». Grazie al Fondo promosso dal cardinale, infatti, sono state aiutate 6.317 famiglie con 12.324.155 euro, la quasi totalità delle risorse raccolte. Il contributo offerto pro capite è stato in media di 1.951 euro. Il 56,3% delle persone che hanno chiesto aiuto al Fondo sono stranieri. Prevalgono i maschi (72% sul totale). Nel 64,1% dei casi, a richiedere aiuto sono coppie con figli. Tra i beneficiari, il 49,5% sono operai generici e il 15,4% operai specializzati. Si tratta per lo più di persone che sono disoccupate da meno di un anno (71,2%).