FonSai, l’advisor boccia il riassetto «L’Opa su Immobiliare non è equa»

L’offerta dovrebbe essere più alta del 28% Ora l’esito dipenderà dai soci di minoranza

da Milano

Il cda di Immobiliare Lombarda è concorde con l’opinione espressa dall’advisor Leonardo: l’offerta della controllante FonSai è troppo bassa. Lo scorso 30 gennaio il gruppo assicurativo della famiglia Ligresti annunciava un’offerta di acquisto e scambio sulla controllata Immobiliare Lombarda con l’obiettivo di raccogliere il 38,8% che ancora non possiede. Ai soci di minoranza Fondiaria offre un mix di contanti e azioni Milano assicurazioni valorizzando ogni titolo Lombarda 0,145 euro. Un prezzo che ieri cda e advisor hanno giudicato non equo. Secondo Banca Leonardo quanto offerto è a sconto del 27,8% sul totale delle attività del gruppo e del 9,45% sul patrimonio netto della Lombarda.
Il giusto prezzo sarebbe stato 0,2 euro. Banca Leonardo, però, aggiunge che se dal punto di vista finanziario la proposta di FonSai è insufficiente, scambiare azioni Lombarda con titoli Milano presenta altri vantaggi: «Offre interessanti prospettive di dividendo». Negli ultimi 5 anni la Milano ha foraggiato i suoi azionisti con un rendimento del 7%. Al contrario «le stime di utile di Immobiliare Lombarda non consentono di prevedere la distribuzione di dividendi nel breve termine». Il giudizio - espresso da 11 consiglieri sui 17 presenti (gli altri, espressione del socio FonSai e in conflitto di interesse, si sono astenuti) - ha valore solo consultivo. L’Opas va avanti e ora la parola passa agli azionisti di minoranza di Immobiliare Lombarda che dovranno decidere se aderire all’operazione o, invece, scommettere sul rialzo del titolo. Entro 15 giorni Consob dovrà dare il via all’offerta.
Perché l’operazione vada in porto Fonsai dovrà raccogliere il 38,8%. Fra gli azionisti di minoranza istituti importanti come IntesaSaPaolo con una quota vicina all’8,3%, Bper al 2,7% e Starlife, un gruppo immobiliare vicino alla famiglia Ligresti, che possiede il 6,8%. «Nonostante l’offerta sia davvero bassa credo che con questi soci l’operazione andrà in porto», commenta un analista. Se l’Opas dovesse concludersi con adesioni superiori al 95% allora Fonsai potrà lanciare una nuova Opa residuale, a un prezzo ancora da definirsi, per arrivare al 100% del gruppo. Se invece le adesione saranno comprese tra il 91 e il 95% gli azionisti Immobiliare Lombarda potranno vendere il loro titoli in contanti a 0,145 euro.