Fonsai, nessuna decisione sul voto a Trieste

da Milano

«Non abbiamo interessi politici, e non abbiamo deciso se andremo o no e se voteremo o no. Ma non la consideriamo una decisione strategica». Fausto Marchionni, ad di Fonsai, non rivela ancora quale orientamento il gruppo prenderà in merito al voto per il rinnovo del collegio sindacale di Generali, se cioè voterà la lista presentata dalla compagnia triestina oppure quella presentata dal fondo Algebris. «In questo momento - ha continuato Marchionni, interpellato al termine dell’assemblea di Milano Assicurazioni di cui è presidente - consideriamo Generali un normale nostro investimento e quindi ci comportiamo come per tutti gli altri: valutiamo il merito in assemblea e in base a questo votiamo». Marchionni ha poi aggiunto che il gruppo non ha avuto «alcun abboccamento con il fondo Algebris». L’ad preferisce parlare dei progetti di crescita del gruppo Fonsai: «Ci guarderemo intorno soprattutto all’estero, ma nel 2008 non faremo un’altra operazione. I Paesi a cui guardiamo sono quelli dell’Est europeo: qualche dossier ci arriva ma non c’è nulla di particolarmente valido». Attenzione sulla Romania «perché è entrata nell’Ue, ma anche l’esperienza in un mercato protetto come la Serbia è stata positiva», conclude Marchionni.