Fonsai, via al prestito

Il consiglio d’amministrazione di Fondiaria-Sai, come nelle attese, ha deliberato l’emissione di un’obbligazione subordinata indeterminata per un massimo di 750 milioni. Il bond, spiega una nota, «consentirà il rafforzamento patrimoniale della compagnia, in un’ottica di medio-lungo periodo». Il collocamento, curato da Mediobanca, Ubs e Goldman Sachs (joint Bookrunner), sarà esclusivamente presso istituzionali. I titoli saranno trattati sulla piazza lussemburghese.