Fonte di profitto per 8mila imprese

«Un drop-off shop è un esercizio commerciale a disposizione di chi desidera vendere i propri oggetti su e-Bay, ma preferisce affidarne i passaggi (scatto delle foto, inserzione e messa in vendita online, imballaggio e spedizione, pagamento al proprietario) ad uno staff dedicato. Un tipo di attività già molto diffuso negli Stati Uniti, ma ancora solo in fase di avvio in Italia». È un comunicato della stessa casa madre e-Bay, gigante delle transazioni nelle Rete con quasi 60 miliardi di dollari di capitalizzazionea Wall Street, a spiegare la missione di negozi come «Venduto!», fresco di apertura a Milano in via Ascanio Sforza e preceduto su scala nazionale solo da un analogo esercizio a Sanremo. Nel nostro Paese - sempre secondo la divisione nazionale di e-Bay - più di 8.000 persone hanno nel commercio sul portale per le aste online la loro unica o principale fonte di reddito.
Dalla fine del 2003, inoltre, anno in cui è stata inaugurata la sezione per le «piccole e medie imprese», il numero dei negozi di consulenza per la vendita di oggetti nel World Wide Web è passato dalle 200 delle origini alle attuali 9.500 unità.