«Football domani», vince l’Atalanta

Sono Genoa e Atalanta le reginette della terza edizione di «Football domani». I grifoncini si sono imposti nella categoria '94, aggiudicandosi una sfida thrilling con la favorita Fiorentina dopo un'interminabile sequenza di calci di rigore. Gara equilibratissima, al contrario di quella che, per quanto riguarda la leva '95, ha laureato campioni i bambini dell'Atalanta travolgendo il quotato Milan con un 4 a 1 che non ammette discussioni. E, alla fine, grande festa sul terreno di gioco (ospiti il vicepresidente del Genoa Gianni Blondet e i dirigenti della Samp Enrico Colantuoni e Salvatore Mango).
Ad aprire le danze è la finale per il settimo posto della leva '94: si affrontano Athletic e Canaletto, deciso dall'acuto di Pozzati. Quinto posto ad un deludente Milan che piega l'Empoli soltanto dagli undici metri. Per il terzo gradino del podio la Sampdoria sfida il Chievo. Risultato ad occhiali e soluzione rinviata alla lotteria dei rigori. Samp infallibile, grazie a Fassone, Guzzo, Cafferata e Cavagnaro, mentre i veronesi pagano i due errori iniziali di Fusina e Corradini. Finalissima tra Fiorentina e Genoa. In chiusura di primo tempo, il Genoa passa: mischia su angolo risolta da Bennati, che di destro trova il varco giusto. Ripresa di marca toscana: Bernardeschi pesca il jolly (e il pareggio) con una bordata dal limite dell'area. Il vincitore verrà stabilito dai rigori: un errore per parte nella prima serie, poi si va a oltranza fino a che Benedini non fallisce la trasformazione; Iannuzzi invece non sbaglia.
Athletic di nuovo in campo, nella categoria '95, per contendere il quinto posto a un Empoli giunto a Genova con discrete ambizioni e ancora deluso per aver mancato l'accesso alle sfide che contano. In chiusura di secondo tempo il punto decisivo degli empolesi, firmato da Montaina. Genoa e Sampdoria inseguono la medaglia di bronzo. Finisce a reti inviolate, e si va ai rigori: il Genoa parte malissimo e alla fine è costretto ad alzare bandiera bianca dall'errore di Moschillo.