Ford a due velocità affida il futuro ai prodotti europei

Grandi difficoltà per il mercato dell’auto statunitense per la drammatica caduta della domanda. Il gigante Ford (229mila addetti, 5,4 milioni di automobili prodotte nel 2008 in 90 stabilimenti) ha registrato lo scorso anno le perdite più elevate nei suoi 105 anni di storia. Il rosso netto è di 14,6 miliardi di dollari, peggio quindi dei 2,7 miliardi del 2007 e dei 12,6 miliardi del 2006. Eppure, il presidente Alan Mulally infonde ottimismo e promette un ritorno al profitto per il 2011. Ford assicura di avere sufficiente liquidità. Tornando ai dati 2008, i ricavi hanno perduto 34,6 miliardi di dollari scendendo a 139,3 e le vendite sono calate di 1,15 milioni di unità. Nel quarto trimestre, il passivo è stato di 5,87 miliardi di dollari.
Nei 21 Paesi europei (con Russia e Turchia) le vendite hanno superato un milione e 703mila unità. Positivi i risultati di Fiesta che hanno consentito a Ford di diventare in Europa il secondo marchio più diffuso, dopo Volkswagen. La nuova Fiesta è tra le auto più vendute nel Vecchio continente e, in base ai risultati di gennaio, è la vettura Ford più richiesta. A cinque mesi dal lancio ne sono già state acquistate 89mila (270mila le vendite del modello precedente). Dopo aver largamente dominato il 2008, la Volkswagen Golf vede insidiata la sua leadership dalla prepotente ascesa proprio della Fiesta: in gennaio, mentre la Golf ha perduto il 22,8 % a 32.229 unità, la Fiesta è cresciuta dell’11,4 % ed è a 500 unità di distanza dalla capoclassifica. Perde terreno la Peugeot 207, comunque terza davanti a Ford Focus, Opel Corsa e Vw Polo. Due le italiane nella top ten: la Fiat Panda è settima, la Grande Punto nona.
Il processo di ristrutturazione avviato da Ford nei Paesi europei punta all’efficienza, alla riduzione dei costi e al consolidamento delle posizioni di mercato di Fiesta e Ka. Si tende anche all’ampliamento della gamma con l’introduzione della Focus e della C-Max entrambe a metano, mentre è in fase di sviluppo l'alimentazione a Gpl disponibile a maggio sulla Mondeo e a settembre anche sulla Fiesta.
Ormai prossimo il lancio della Focus Rs con motore a benzina di 2.5 litri che eroga 305 cavalli e della Kuga con motore benzina 2.5 da 200 cavalli con cambio automatico. Le vendite di Ford Europa hanno registrato a gennaio un calo del 24,6 %, ma la quota è cresciuta dello 0,7% al 9,3%. Il contributo principale è arrivato da Fiesta e Focus.
In Italia nel 2008 sono state vendute 172mila Ford, pari all’8% del mercato. La Fiesta è l’auto estera più venduta con 80mila immatricolazioni. Kuga, il nuovo crossover compatto, lanciato lo scorso giugno, è stato acquistato da 5.800 automobilisti. Nel segmento delle monovolume compatte la Ford C-Max è leader della sua categoria, come pure la Focus station wagon. La Mondeo, continua a essere apprezzata (8.500 unità), anche per il suo competitivo rapporto prezzo-prestazioni. In Italia, Ford ha 120 concessionarie, di cui una nuova da poco aperta a Bologna città. Lanciata anche una campagna ecoincentivi, già in essere dal primo gennaio: prevede un bonus aggiuntivo di mille euro a chi acquisterà una nuova Ford rottamando una vettura immatricolata prima di fine dicembre ’99.