Ford e il sistema anti multe La velocità si adegua ai limiti

Il nuovo S-Max presenta questa novità oltre a una ventina di altri dispositivi innovativi a vantaggio di una maggiore sicurezza

Mauro Serena

Fine delle multe per eccesso di velocità? Si, secondo Ford, che lancia una nuova tecnologia in grado di ridurre la possibilità di ricevere multe, migliorando la sicurezza. Il limitatore intelligente di velocità (Intelligent Speed Limiter) è in grado di individuare il limite di velocità, leggendo la segnaletica verticale o dai dati delle mappe del navigatore, e di adattare automaticamente la velocità del veicolo. Il sistema debutterà a bordo della nuova S-Max, disponibile nel terzo trimestre di quest'anno, e aiuterà i guidatori che «non sono sempre completamente consapevoli dei limiti - ha dichiarato Stefan Kappes, supervisor sicurezza attiva di Ford Europa - e a volte si rendono conto di aver infranto la legge solo nel momento in cui ricevono una multa: il limitatore intelligente di velocità aiuta i guidatori a essere sempre consapevoli dei limiti e a rispettarli, riducendo uno dei fattori di stress».

In caso di velocità eccessiva, il sistema riduce gradatamente la potenza del motore attraverso il controllo dell'erogazione del carburante. Il sistema, che può essere disattivato in qualsiasi momento con una semplice pressione sull'acceleratore, allerta il guidatore con avviso acustico e visivo nei casi in cui l'auto non riesce a rallentare in tempo, per esempio in discesa. Con l'introduzione di queste e di altre tecnologie esclusive, la Casa dell'Ovale consolida la sua leadership nello sviluppo di sistemi di sicurezza e di ausilio alla guida. «Oggi Ford non produce solo vetture, ma sviluppa tecnologie che rendono la vita più comoda, sicura, pratica e connessa, e che nel prossimo futuro aiuteranno il mondo ad affrontare e vincere la sfida della mobilità», secondo Pim van der Jagt, executive leader research & advanced engineering di Ford.

Per quanto riguarda invece i nuovi modelli, Ford presenta la nuova S-Max, ma non chiamatela monovolume. La nuove definizione è Sport Activity Vehicle e, oltre all'Intelligent Speet Limiter, monta a bordo più di venti tecnologie innovative, come i fari a led adattativi anti-abbagliamento (Glare-Free Highbeam) e il servosterzo adattativo (Adaptive Steering), oltre alla nuova trazione integrale intelligente e alla frenata automatica con assistenza pre-collisione e riconoscimento dei pedoni, novità assoluta nel segmento. Altra novità la telecamera anteriore con vista frazionata (Front Split-View Camera) e visuale a 180 gradi, un dispositivo installato nella griglia anteriore che permette di vedere in anticipo cosa c'è «dietro l'angolo». La telecamera, dotata di micro-getto ad alta pressione per la pulizia della lente, aumenta la sicurezza in condizioni di scarsa visibilità o in presenza di ostacoli che impediscano parzialmente la vista. «È una situazione che abbiamo tutti vissuto. A volte è un'auto o un furgone, a volte un albero, ma il risultato è che ci si sposta con cautela in avanti finché non si riesce a vedere meglio - ha spiegato Ronny Hause, ingegnere dispositivi elettronici di assistenza alla guida di Ford Europa -; come la telecamera posteriore, questo dispositivo è una di quelle tecnologie che presto ci faranno domandare come sia stato possibile farne a meno in passato».

La nuova S-Max sarà disponibile con i motori diesel TDCI 2.0 con doppio turbo sequenziale da 210 cv e a turbina singola in tre potenze: 120, 150 e 180 cv, le ultime due anche con cambio automatico Powershift e trazione integrale Intelligent All- Wheel Drive che, in base alle condizioni della strada, monitorate ogni 16 millisecondi, è in grado di trasferire anche il 100% della coppia alle ruote posteriori. I motori a benzina sono il nuovo Ecoboost 1.5 da 160 cv e il 2.0 da 240 cv con cambio automatico a 6 marce.