Fori, sta per crollare il «muro» Si insedia il comitato che finalmente unificherà la gestione

Si insedia oggi al ministero per i Beni Culturali il comitato tecnico tra Comune e ministero per la valorizzazione dell’area archeologica centrale di Roma, con particolare riguardo ai Fori, al Colosseo, alla Domus Aurea e al Palatino. Il comitato è presieduto dal Sottosegretario Francesco Giro. Con l’insediamento del comitato inizia l’iter per la gestione unificata di tutta l’area fino a oggi divisa da un simbolico muro tra Stato e Comune. Alcuni esempi concreti e esemplificativi della gestione separata sono l’ autentica «spaccatura » della Basilica Emilia; la divisione del Tempio di Venere e Roma composta al suo interno di due celle, una statale e una comunale; il Circo Massimo di pertinenza comunale, e i palazzi imperiali prospicienti, che sono statali. Ora tutta l’area diventa un unicum tra amministrazione centrale e comunale con obiettivi condivisi, che sono in primo luogo quelli della lotta al degrado.