FORMA & SOSTANZA

Non solo perpetuale, ma anche ultrapiatto: i calendari perpetui sono una specialità della Patek Philippe che già nel 1935 aveva realizzato il suo primo orologio da polso con questa utile funzione. L'orologio, infatti, tiene conto automaticamente dei mesi di 30 giorni, di quelli di 31 e del febbraio bisestile. In più ha la fase lunare di precisione. Di forma a cuscino, l'orologio ha la cassa (44,6 per 37 mm) in oro giallo e il movimento, di manifattura e automatico, ingloba il rotore che non essendo più sovrapposto fa diminuire sensibilmente lo spessore. Quadrante con fondo crema e numeri e lancette in oro. Rifiniture e qualità ai massimi livelli, garantite dal Sigillo della Maison, che assicura anche uno scarto giornaliero di marcia da -3 a + 2 secondi. Un oggetto raffinato e prestigioso, ma dal prezzo molto impegnativo: indicativamente 70mila euro.