La formazione dei venditori come priorità

L’Isvap con un recente regolamento in tema di intermediazione assicurativa (numero 5 del 16 ottobre 2006) ha introdotto, per le persone che offrono prodotti assicurativi, l’obbligo di frequeza di corsi di formazione e aggiornamento. Considerando che la rete commerciale è l’elemento di contatto con i consumatori, è evidente l’importanza della formazione dei venditori. La costruzione di competenze altamente specialistiche e il costante aggiornamento garantiscono alla clientela un servizio all’altezza delle aspettative. Il mercato richiede, infatti, figure sempre più competenti, capaci di dare risposte concrete a problemi di non facile soluzione come la previdenza integrativa o l’assistenza sanitaria, ma anche capaci di saper consigliare gli strumenti di risparmio più appropriati in relazione agli effettivi bisogni dei clienti.
Le Generali già da anni curano la formazione della propria rete di vendita, attualmente composta da circa 1.500 agenti, 3.600 subagenti e collaboratori liberi, e da circa 2.500 venditori dipendenti diretti. All’interno del gruppo esistono strutture dedicate e programmi di formazione mirati a coprire le esigenze delle diverse figure dell'organizzazione commerciale grazie alle quali il collaboratore viene seguito e accompagnato nella sua crescita professionale con un intenso programma di preparazione tecnica e commerciale. Ulteriore peculiarità delle Assicurazioni Generali é che spesso dalla struttura di venditori dipendenti vengono scelti anche i futuri quadri e dirigenti della Compagnia. La rete di vendita delle Generali è in continua espansione; per maggiori informazioni www.generalirecruiting.it.