La Formica: «Non voglio parlare ma giocare»

Torino Il giorno dopo il botta e risposta tra Ranieri e Trezeguet, la Juve ci mette un tempo per scrollarsi tensione e rabbia. Alla fine Ranieri sorride, mentre dai microfoni di Juventus Channel, Blanc spiega che «Alla Juve ci sono delle regole e Ranieri ha fatto bene a ricordarle». Tradotto: Trezeguet sarà multato. «Io non faccio il rivoluzionario - ha commentato Ranieri -. So cos'è la Juventus e come ci si deve comportare. La mia fiducia nei confronti di Trezeguet non è in discussione. Con serenità, franchezza e durezza, ho detto quel che dovevo». E si apre quello legato alla vittoria con il Bologna: «Nel primo tempo, non trovavamo le giuste misure, Tiago aveva le gambe molli e Marchisio non poteva fare per due. Poi, una volta pareggiato, abbiamo accelerato e le cose sono migliorate. Giovinco? Lo abbiamo trovato, finalmente. Non so se è lui il vice Nedved, viste le caratteristiche del tutto differenti: però è un giocatore con talento che va seguito e indirizzato. Serviva un po' di tempo per fargli capire cosa ci serviva, adesso ci siamo: aveva già acceso la miccia contro il Chelsea dandoci coraggio e vigore». La Formica Atomica, si gode la miglior partita da quando è in prima squadra: «Mi sento bene, finalmente sto giocando con continuità». La serata è talmente magica che anche il mai troppo amato ruolo di esterno sinistro pare uno zuccherino: «Ranieri sa dove posso rendere al meglio, ma mi adatto a quello che mi viene chiesto. Non voglio parlare troppo ma giocare». E Inter avvisata: «Era fondamentale vincere per far capire che non intendiamo mollare. Siamo più vicini ai nerazzurri, per adesso va bene così».Domenico Latagliata