Formigoni benedice la sforbiciata agli stipendi

Qualcosa si muove. E la casta rinuncia ai suoi privilegi. Un primo passo viene fatto in Lombardia, con l’abolizione dei vitalizi dalla prossima legislatura e la riduzione del 10 per cento dell’indennità di funzione dei consiglieri regionali, a partire da gennaio. Resta da decidere se il trattamento di fine mandato debba essere completamente abolito oppure ridotto a una indennità mensile (non due come oggi) per ogni anno di mandato. Il presidente lombardo Roberto Formigoni (nella foto) dà la sua benedizione: «Bene la decisione del comitato bipartisan sui tagli. Anche nel campo della riduzione dei costi della politica la Lombardia dimostra di fare le cose con serietà».